Piano dell’offerta formativa

Finalità generali

In quanto comunità educante, nella propria OFFERTA FORMATIVA il nostro Istituto persegue prioritariamente l’obiettivo di FAVORIRE LO SVILUPPO ARMONICO E INTEGRALE DELLA PERSONA che accoglie e valorizza appieno, nel rispetto dei principi della Costituzione italiana e della tradizione culturale europea.

Compito fondamentale della Scuola, è, quindi, EDUCARE ISTRUENDO e promuovere il successo scolastico di TUTTI gli studenti ai quali insegna non soltanto ad “apprendere, curando e consolidando saperi di base e competenze, ma insegna anche ad “essere” e a “saper stare al mondo”.

Assumendo come riferimento pedagogico la “centralità della persona”, LA SCUOLA:

  • progetta percorsi formativi che vedono lo studente protagonista attivo della propria formazione;
  • offre a ciascun allievo occasioni per l’acquisizione di valori e saperi che valorizzino le caratteristiche individuali, le attitudini, i talenti;
  • sostiene e incoraggia gli allievi in difficoltà, aiutandoli a riscoprire motivazione e interesse ad apprendere;
  • costruisce percorsi di apprendimento personalizzati il cui traguardo sia non solo la formazione di conoscenze verificabili e di abilità consolidate, ma soprattutto lo sviluppo di competenze culturali basilari e irrinunciabili.

Per promuovere una nuova cittadinanza, LA SCUOLA:

  • si ispira ai principi della Carta costituzionale e ai valori in essa propugnati per formare i cittadini di oggi e di domani attraverso la riaffermazione di valori spesso disattesi nella società in cui ci troviamo a vivere: senso della legalità, etica della responsabilità individuale e collettiva, acquisizione del concetto di “bene comune”;
  • pone la massima attenzione alla cultura dell’inclusione, sostenendo le varie forme di diversità, di disabilità o di svantaggio e assicurando un’adeguata accoglienza ed un equilibrato inserimento nella comunità scolastica;
  • educa alla convivenza attraverso la valorizzazione delle diverse identità e radici culturali di ogni studente.

Coerentemente con le finalità sopra esposte, LA SCUOLA elabora un curricolo che:

  • tenga presente la dimensione verticale del curricolo e si raccordi con la scolarità precedente attraverso il consolidamento delle conoscenze e abilità acquisite;
  • legga e interpreti in chiave pedagogica e didattica la realtà sociale e culturale in cui opera;
  • si articoli su una consapevole scelta dei contenuti finalizzati alla promozione di apprendimenti significativi in cui le conoscenze siano il risultato di processi di interiorizzazione e rielaborazione personale;
  • sia tale da guidare gli studenti a cogliere, in maniera graduale, i “nuclei fondanti” delle varie discipline, il loro statuto epistemologico, il metodo che le connota, i concetti chiave che ne costituiscono la struttura operativa e cognitiva;
  • favorisca l’approccio alle discipline intese come punti di vista sulla realtà e come modalità di conoscenza, interpretazione e rappresentazione del mondo;
  • promuova la ricerca di connessioni tra i saperi disciplinari al fine di superare la frammentazione della conoscenze;
  • sia calibrato in funzione delle diverse esigenze degli allievi, favorendo l’individualizzazione e la personalizzazione dei percorsi formativi;
  • valorizzi le eccellenze e intervenga sui punti di “debolezza” degli allievi;
  • preveda percorsi di approfondimento critico;
  • favorisca l’esplorazione e la scoperta;
  • incoraggi l’uso di strategie fondate sull’apprendimento cooperativo e sulla operatività;
  • incentivi l’uso di nuovi linguaggi e la capacità di servirsi di nuovi strumenti, tra cui quelli digitali;
  • predisponga modalità e strumenti adeguati e condivisi di verifica e valutazione, che siano trasparenti e coerenti con il percorso formativo di ogni alunno;
  • fornisca un adeguato livello di competenze, indispensabili per continuare ad apprendere a scuola e lungo l’intero arco della vita, promuovendo, quindi, le seguenti competenze-chiave per l’apprendimento permanente definite dal Parlamento europeo:
    • comunicazione nella madrelingua
    • comunicazione nelle lingue straniere
    • competenza matematica
    • competenza digitale
    • imparare ad imparare
    • competenze sociali e civiche
    • senso di iniziativa e imprenditorialità
    • consapevolezza ed espressione culturale

Al termine del primo ciclo, l’alunno “ideale” definito dalla scuola ha acquisito:

  • i valori essenziali alla sua crescita umana, sociale e civile
  • i saperi e i linguaggi culturali di base
  • gli strumenti necessari per apprendere ad apprendere
  • i metodi e le categorie mentali per governare l’esperienza e orientarsi
  • autonomia di pensiero e senso critico
  • competenze in termini di capacità di utilizzare conoscenze, abilità e strumenti culturali per decodificare la realtà e interagire positivamente con essa nei diversi contesti di vita

Le attività progettuali dell’Istituto si realizzano attraverso:

a) il curricolo d’Istituto suddiviso in:

  • sezione A: TRAGUARDI FORMATIVI – COMPITI SIGNIFICATIVI – BUONE PRASSI
  • sezione B: DIDATTICA INCLUSIVA
  • sezione C: LIVELLI DI PADRONANZA
  • sezione D: LIVELLI DI COMPETENZA

b) le Unità di Apprendimento disciplinari con chiara definizione delle competenze chiave trasversali, delle otto competenze chiave raccomandate dal Parlamento europeo per l’apprendimento permanente, degli obiettivi di apprendimento disciplinari scanditi in abilità e conoscenze.

Il Quadro europeo delle Qualifiche e dei Titoli definisce come segue conoscenze, abilità, competenze:

  • le conoscenze (teoriche e/o pratiche) indicano il risultato dell’assimilazione di informazioni attraverso l’apprendimento e sono l’insieme di fatti, principi, teorie e pratiche, relative ad un settore di studio o di lavoro;
  • le abilità indicano le capacità di applicare conoscenze e di usare know-how per portare a termine compiti e risolvere problemi; possono essere cognitive (uso del pensiero logico, intuitivo e creativo) e pratiche (quando implicano l’abilità manuale e l’uso di metodi, materiali, strumenti);
  • le competenze indicano la comprovata capacità di usare conoscenze, abilità, capacità personali, sociali e/o metodologiche in situazioni di lavoro o di studio e nello sviluppo professionale e/o personale; si definiscono in termini di responsabilità e autonomia.

c) il percorso interdisciplinare “Il diritto di diventare … GRANDI” che, incentrato sui temi e i valori della legalità, è finalizzato a sviluppare le competenze chiave di cittadinanza.

d) le attività integrative realizzate attraverso i diversi PROGETTI.

 

IN SINTESI

 

La Scuola secondaria di primo grado “A. Grandi” è scuola:

  • dell’educazione integrale della persona
    • pone al centro dell’azione educativa lo studente in tutti i suoi aspetti
    • promuove processi formativi che sviluppino armonicamente la personalità degli allievi in tutte le dimensioni
  • delle relazioni educative
    • considera l’importanza delle relazioni educative interpersonali e la creazione di un clima di classe sereno e favorevole all’apprendimento in un’ottica di dialogo e rispettoreciproco
  • dell’identità
    • accompagna il preadolescente nella sua maturazione globale, fornendogli strumenti per conoscere le proprie potenzialità e i propri limiti
  • dell’educazione ai valori
    • educa alla condivisione dei principi e valori della nostra Costituzione, al senso della legalità, all’etica della responsabilità individuale e collettiva, all’acquisizione del concetto di “bene comune”
  • dell’inclusione
    • sostiene le varie forme di diversità, disabilità o svantaggio e promuove la cultura dell’accoglienza e dell’integrazione per mettere ciascun allievo nella condizione di raggiungere la piena realizzazione di sé
    • educa alla convivenza attraverso la valorizzazione delle diverse identità e radici culturali di ogni studente
  • della prevenzione dei disagi e del recupero degli svantaggi
    • legge i bisogni e previene i disagi, prima che si trasformino in disadattamenti, attraverso scelte condivise con le famiglie e gli altri soggetti educativi nell’extrascuola
  • dell’orientamento
    • mira alla definizione ed alla conquista di una propria identità per operare scelte consapevoli e portare avanti lo sviluppo di un progetto di vita personale coerente con i valori della società in cui vive
  • della motivazione e del significato
    • utilizza modalità motivanti e ricche di senso per radicare conoscenze e abilità sulle effettive capacità di ciascuno
  • dell’inserimento sociale
    • aiuta lo studente ad acquisire un’immagine sempre più chiara ed approfondita della realtà per partecipare in modo efficiente ed efficace alla vita sociale

 

Finalità specifiche

La Scuola persegue tali FINALITÀ attraverso i seguenti PERCORSI FORMATIVI articolati in obiettivi formativi:

  1. Elaborare il senso dell’esperienza:

    1. prendere consapevolezza del sé riconoscendo le proprie potenzialità ed i propri limiti

    2. sviluppare le capacità necessarie per imparare a “leggere” e gestire le proprie emozioni

    3. sviluppare le capacità di interagire e collaborare col gruppo e nel gruppo

    4. sviluppare il pensiero analitico e critico

  2. Educare alla cittadinanza attiva:

    1. condividere i valori sanciti dalla Costituzione

    2. aver cura e rispetto di se stessi, degli oggetti e dell’ambiente

    3. rispettare le regole condivise

    4. rispettare gli altri e sviluppare atteggiamenti positivi e collaborativi, in un’ottica di dialogo e rispetto reciproco

    5. costruire e sviluppare il senso di legalità

    6. sviluppare un’etica della responsabilità attraverso il senso del dovere e la capacità di portare a termine gli impegni assunti

    7. valorizzare il patrimonio culturale del passato

  3. Promuovere l’alfabetizzazione culturale di base

    1. Acquisire i linguaggi, i contenuti, gli strumenti delle discipline come mezzo per “leggere”, rappresentare ed interpretare la realtà:

      • saper ascoltare
      • saper leggere e comprendere
      • saper osservare e descrivere
      • saper esprimere nei diversi linguaggi, verbali e non verbali, contenuti disciplinari, idee, esperienze personali, messaggi e valori
      • saper utilizzare i testi per ricavarne dati e informazioni utili
      • saper selezionare ed analizzare testi e dati
      • saper collocare dati ed eventi in ordine logico e cronologico
      • saper utilizzare funzionalmente linguaggi e strumenti disciplinari
      • saper operare analisi e sintesi
      • saper interpretare fatti e concetti nei diversi ambiti disciplinari
      • saper valutare fatti e fenomeni esprimendo il proprio pensiero
      • saper generalizzare le informazioni
    2. acquisire capacità di organizzare le conoscenze al fine di elaborare un sapere sempre meglio integrato.

 

CRITERI METODOLOGICI GENERALI

Gli obiettivi sopra indicati saranno perseguiti tenendo presente alcuni criteri metodologici generali:

  • Valorizzare l’esperienza e le conoscenze degli alunni al fine di dare un senso alla varietà delle loro esperienze e motivarli all’apprendimento
  • Favorire l’esplorazione e la scoperta al fine di promuovere la passione per la ricerca di nuove conoscenze
  • Incoraggiare l’apprendimento collaborativo al fine di favorire la dimensione sociale dell’apprendimento
  • Promuovere la consapevolezza del proprio modo di apprendere al fine di “imparare ad apprendere”
  • Promuovere l’apprendimento attraverso una didattica laboratoriale al fine di favorire l’operatività, il dialogo e la riflessione su quello che si fa